Versione Italiana English Version Deutsch Español Français
PRODOTTI & SOLUZIONI


 
Ammortizzatori Magneti Marelli
 
 
SOSPENSIONI
 
La sospensione è l'insieme degli organi meccanici preposto al controllo dei movimenti della ruota durante la marcia del veicolo.

L'insieme dei bracci, degli organi di molleggio e smorzamento, dei telai di collegamento e dei gruppi ruota si chiama assale.

A seconda della posizione si parla di assale anteriore o assale posteriore.

Per la natura stessa della missione dei veicoli le sospensioni sono sottoposte a spostamenti e sollecitazioni di entità molto variabile nel corso della loro vita.

Basti pensare ai diversi profili stradali e alle diverse condizioni di carico cui vengono sottoposti i veicoli nell'uso quotidiano.

Da questo nasce l'esigenza di disporre di prodotti che abbinano ad un livello elevatissimo di sicurezza, doti di comfort e di guidabilità.

Il tutto nell'ambito di ingombri architetturali del veicolo il più delle volte limitati (packaging).

A tal fine si sono sviluppate nel tempo famiglie di sospensione specializzate nel raggiungimento delle migliori condizioni di compromesso tra le varie esigenze, dai più semplici assali rigidi alle più sofisticate sospensioni Multilink.

Oltre alla funzione di guida verticale della ruota, un altro elemento di distinzione può essere la presenza della funzione di sterzatura, presente in genere sugli assali anteriori. 
 
Assali completi
Gli assali rappresentano l’insieme dei componenti strutturali, elastici e smorzanti delle sospensioni del veicolo, ed hanno le funzioni principali di:
•sopportare il peso del veicolo nelle varie condizioni di carico;
•assorbire i carichi provenienti dalla ruota nelle varie condizioni di marcia (accelerazione, frenata, curva e impatti di vario genere) e trasferirli, limitandone il più possibile la loro entità nei punti di ingresso alla scocca, al fine di evitare ogni possibile fonte di rumore all’interno dell’abitacolo;
•garantire contemporaneamente un’elevata rigidezza ai carichi laterali per una buona guidabilità (il comportamento handling della vettura) e un’elevata flessibilità ai carichi longitudinali per un buon comfort della stessa.
Le principali tipologie di assale sono sotto elencate.

Sospensione Anteriore MC PHERSON
La Sospensione Anteriore MC PHERSON è l’archetipo tradizionalmente più impiegato nelle sospensioni anteriori, in virtù dei vantaggi di peso e costo che, uniti a prestazioni comunque soddisfacenti, lo rendono sempre competitivo nelle analisi di trade-off rispetto ad altre soluzioni.

Sospensione Anteriore a Quadrilatero
La Sospensione Anteriore a Quadrilatero viene impiegata quando è richiesto un miglioramento prestazionale rispetto ad altri archetipi tipo quello Mc Pherson.


Sospensione Anteriore MC PHERSON 4WD
La Sospensione Anteriore MC PHERSON per le versioni a TRAZIONE INTEGRALE rispetto alla situazione tradizionale della trazione anteriore, necessita la ridefinizione della traversa di meccanica per consentire il passaggio dell’albero di trasmissione, oltre alla modifica dei componenti che ne garantiscono l’assetto più alto.

Sospensione Anteriore a Quadrilatero 4WD
La Sospensione Anteriore a Quadrilatero per le versioni a TRAZIONE INTEGRALE rispetto alla situazione tradizionale della trazione anteriore, necessita la ridefinizione della parte posteriore del telaio di meccanica per consentire il passaggio dell’albero di trasmissione, oltre alla modifica dei componenti che ne garantiscono l’assetto più alto.

Sospensione Posteriore a Bracci Longitudinali 
La Sospensione Posteriore a Bracci Longitudinali viene tradizionalmente impiegata nelle vetture di segmento medio-basso grazie alle migliori prestazioni rispetto a quelle tipo Ponte Torcente e per i costi più contenuti rispetto a quelle tipo Mc Pherson o Multilink.

Sospensione Posteriore Multilink
La Sospensione Posteriore Multilink viene tradizionalmente impiegata nelle vetture di segmento medio-alto grazie alle migliori prestazioni rispetto a tutti le altre tipologie di sospensione posteriore.
 
 
Componenti
I Componenti sono gli elementi che contraddistinguono le varie tipologie di sospensione, a seconda delle loro caratteristiche geometriche legate alla tipologia di sospensione nella quale sono impiegati.

Gli assali (sia quello anteriore che quello posteriore) sono caratterizzati dalla presenza di componenti di tipo prevalentemente strutturale, che devono garantire una certa rigidezza nei punti di ingresso del carico (come ad esempio il telaio o la traversa di meccanica, i bracci oscillanti e i montanti), componenti essenzialmente elastici (molle, barre antirollio, tasselli e boccole in gomma, tamponi di fine corsa), ed infine altri che garantiscono lo smorzamento (ammortizzatori).
Telai Anteriori
Il TELAIO di meccanica delle sospensioni anteriori garantisce il collegamento dei bracci oscillanti, della barra antirollio, della scatola guida e della sospensione motore. 

Solitamente viene realizzato da particolari in lamiera di acciaio o tubi idroformati saldati tra di loro. La progettazione di questi componenti non è semplice perché deve garantire allo stesso tempo rigidezze elevate per una buona guidabilità della vettura, e ottimo assorbimento di energia per le prestazioni a crash della stessa.Traverse Anteriori
La TRAVERSA di meccanica delle sospensioni anteriori garantisce il collegamento dei bracci oscillanti, della barra antirollio, della scatola guida e della sospensione motore.

Solitamente viene realizzato da particolari in lamiera di acciaio saldati tra di loro, oppure da una fusione integrale in Alluminio.

La progettazione di questi componenti deve garantire rigidezze elevate per una buona guidabilità della vettura, ma a differenza dei Telai contribuisce in misura minore alle prestazioni a crash della vettura.Assali Rigidi / Ponti Torcenti
La Sospensione Posteriore ad assale Rigido viene tradizionalmente impiegata nei veicoli commerciali, dove l’elevato carico del veicolo stesso e l’aspetto del costo che deve rimanere contenuto sono fondamentali.

La Sospensione a Ponte Torcente invece viene impiegata nelle vetture di segmento medio-basso dove viene privilegiato l’aspetto del costo, essendo prestazionalmente meno performanti rispetto alle altre tipologie.Traverse / Telai Posteriori
La TRAVERSA delle sospensioni posteriori garantisce il collegamento dei bracci oscillanti e della barra antirollio, e ove presente la trazione posteriore, garantisce la sopportazione del differenziale (in questo caso vengono definiti TELAI).

Solitamente viene realizzato da particolari in lamiera o tubo di acciaio saldati tra di loro, oppure da una fusione integrale in Alluminio.

La progettazione di questi componenti deve garantire rigidezze elevate per una buona guidabilità della vettura.Bracci Oscillanti Anteriori
I BRACCI OSCILLANTI delle sospensioni anteriori garantiscono il collegamento tra il Gruppo Ruota e i Telai / Traverse della sospensione, che a loro volta sono fissati alla scocca.

Possono avere più punti di attacco (3,4), oppure due soltanto, e in questo caso vengono anche chiamati Aste.

Le Tecnologie maggiormente impiegate nei Bracci Oscillanti di Magneti Marelli sono:
•Fusioni in Ghisa
•Lamiera di acciaio stampata e saldata
•Stampaggio (forgiatura) di Acciaio o Alluminio
La progettazione di questi componenti ha come peculiarità l’elevato assorbimento di energia che questi componenti devono avere nel caso di urti alla ruota.Bracci Oscillanti Posteriori
I BRACCI OSCILLANTI delle sospensioni posteriori garantiscono il collegamento tra il Gruppo Ruota e i Telai / Traverse della sospensione, che a loro volta sono fissati alla scocca.

Possono avere più punti di attacco (3,4), oppure due soltanto, e in questo caso vengono anche chiamati Aste. 

Le Tecnologie maggiormente impiegate nei Bracci Oscillanti di Magneti Marelli sono:
•Fusioni in Ghisa o Alluminio
•Lamiera di acciaio stampata e saldata
•Stampaggio (forgiatura) di Acciaio o Alluminio
La progettazione di questi componenti ha come peculiarità l’elevato assorbimento di energia che questi componenti devono avere nel caso di urti alla ruota. 


 
 
Moduli
Il MODULO rappresenta un semplicemente un sottogruppo della sospensione completa, contraddistinto dall’assemblaggio di più componenti tra di loro, utilizzato essenzialmente quando il Cliente finale (il Car Maker) richiede la fornitura di più componenti già assemblati fra loro al fine di semplificare le operazioni di montaggio della sospensione sul veicolo.
Semicorner

Il modulo SEMICORNER (detto anche più comunemente GRUPPO MOLLA-AMMORTIZZATORE) è rappresentato dall’assemblaggio dei seguenti componenti:
•Ammortizzatore
•Molla
•Tampone di fine corsa (completo di soffietto parapolvere)
•Tassello SuperioreGruppo ruota


Il modulo GRUPPO RUOTA è rappresentato dall’assemblaggio dei seguenti componenti:
•Montante
•Mozzo
•Cuscinetto
•Disco Freno
•Pinza freno
•Riparo caloreModulo Traversa

Il MODULO TRAVERSA è rappresentato dall’assemblaggio dei seguenti componenti: 
•Traversa di Meccanica
•Braccio Oscillante
•Barra antirollio
•Scatola Guida completa di tiranti sterzo e Bielletta sospensione
•Motopropulsore (ove richiesto)
 
AMMORTIZZATORI
 
L'ammortizzatore e' uno dei componenti più importanti nell'ambito della sospensione.

La sua funzione principale di smorzamento è tale da influenzare fortemente il comportamento dinamico del veicolo collaborando a caratterizzarlo.


In funzione del marchio e del target di clientela l'ammortizzatore, all'interno delle sospensioni, svolge anche altre importanti funzioni strutturali, sostenendo sollecitazioni di entità molto variabili nell'utilizzo del veicolo che sono parte integrale della sicurezza passiva.


L'ampia gamma di prodotti permette di soddisfare tutte le esigenze prestazionali e di sicurezza rispettando nel contempo i vincoli di ingombro.
 
Ammortizzatori Monotubo
L’ammortizzatore monotubo fornisce smorzamento alle sollecitazioni verticali e limita le escursioni della sospensione.

I livelli di pressurizzazione sono maggiori di 10 bar.

I principali pregi di questa configurazione di prodotto sono:
•elevati smorzamenti rispetto al suo ingombro dimensionale
•peso ridotto
•elevata velocità di risposta idraulica delle valvole dovuta all’alto livello di pressurizzazione
L’ammortizzatore monotubo è costituito da un unico tubo e da una camera con azoto in alta pressione.

Olio e gas sono separati da un pistone flottante che impedisce la formazione di emulsione nelle condizioni di lavoro e in alta frequenza così da permettere una miglior stabilità in cattive condizioni stradali.

L’ammortizzatore può essere assemblato su veicolo in qualsiasi posizione.

Questo permette una maggior flessibilità progettuale e l’utilizzo in un gran numero di applicazioni veicolistiche.

Nessun fenomeno di cavitazione è presente, il risultato è una maggior stabilità negli scuotimenti verticali ruota ad alta frequenza.

Tra le caratteristiche salienti si possono elencare una miglior dissipazione di calore, miglior stabilità di smorzamento in ogni condizione di lavoro.

Le applicazioni più usuali sono vetture ad alte prestazioni e Off Road.
 
 
Ammortizzatori Bitubo
È la più classica e nota configurazione di ammortizzatore. 


La sua semplicità e versatilità ne permette un esteso utilizzo dalla city car ai veicoli pesanti.
La gamma è articolata su “taglie” standard per ottimizzare il peso e il costo. Convenzionalmente il diametro del tubo interno di pressione identifica la “taglia”.

L’ammortizzatore bitubo è costituito da due tubi concentrici, lo spazio tra essi è parzialmente occupato da azoto per compensare il volume di stelo nei suoi movimenti telescopici effettuati nella sospensione. Questo tipo di ammortizzatore presenta un ingombro assiale fisso minimo e permette una elevata flessibilità nella definizione delle caratteristiche di smorzamento.


La presenza di azoto in bassa pressione minimizza i fenomeni di cavitazione e la formazione di emulsione presentando una eccellente performance nelle principali applicazioni di sospensione posteriore. 

Tale configurazione ha una elevata flessibilità progettuale e di installazione con un’ampia gamma di tipologie di fissaggio per installazione sul veicolo. 
Ammortizzatori 27 & 30 MM 
Gli ammortizzatori con diametro 27 e 30 offrono prestazioni adatte alle passenger cars trovando il maggior impiego negli archetipi di sospensioni posteriori. 

In queste applicazioni sono particolarmente importanti i livelli di smorzamento che possono essere facilmente customizzarli per modello e motorizzazione. 

Questa famiglia di ammortizzatori sono fornite di serie con azoto in pressione a livelli medio/bassi Ammortizzatori 35 MM
Gli ammortizzatori con diametro 35 sono applicati per veicoli passeggeri di grandi dimensioni e veicoli commerciali leggeri. 

Le loro caratteristiche sono elevata capacità di smorzamento e affidabilità in cattive condizioni stradali.


Possono essere impiegati in un gran numero di modelli e applicazioni. La versione pressurizzata presenta un eccellente comportamento su strada poiché limita i fenomeni di cavitazione ed emulsione. 
Ammortizzatori 45 MM

Gli ammortizzatori con diametro 45 sono i più adatti per veicoli pesanti.

Essi sono estremamente robusti e adeguati ad un utilizzo impegnativo.

Trovano impiego in moltissime applicazioni per autobus e autocarri presentando una importante gamma di alternative per soddisfare per soddisfare i requisiti delle sospensioni per veicoli pesanti. 
 
 
Ammortizzatori Strutturali
Fanno parte di questa tipologia tutti gli ammortizzatori che, avendo compiti strutturali, contribuiscono alla sicurezza del veicolo.


Gli ammortizzatori strutturali, oltre alla funzione smorzamento, supportano significative sollecitazioni del veicolo, collegando la ruota alla scocca e sostenendo il peso del veicolo stesso. Per questo motivo i dimensionamenti dello stelo e del tubo esterno devono essere sempre adeguati agli impieghi.


Sono principalmente utilizzati nella sospensione anteriore di veicoli a trazione anteriore grazie al loro limitato ingombro agendo, nelle configurazioni McPherson, anche come organo sterzante. 
 
 
Molle a gas
Le molle a gas sono costituite da un cilindro pressurizzato con azoto in alta pressione e uno stelo telescopico.

Lo stelo esercita una forza assiale dovuta alla pressione del gas agendo come una molla. La sua prestazione principale è di esercitare una forza praticamente costante per tutto il movimento telescopico.


L’impiego prevalente si trova nel sostenere, smorzare i movimenti e agevolare l’apertura di portelloni posteriori e cofani motore presentando un minor ingombri rispetto a meccanismi convenzionali con molle meccaniche.


Sono disponibili anche prodotti che presentano la possibilità di bloccaggi intermedi per applicazioni nei meccanismi dei sedili di veicoli e in mobili e poltrone per l’arredamento.
  
 
CUSCINETTI SKF CUSCINETTI SKF AUTOMOTIVE SISTEMI LINEARI BOSCH REXROTH
SISTEMI FRENANTI REMSA FILTRI AUTOMOTIVE MULLER CINGHIE DAYCO
FILTRI DONALDSON CINGHIE E PULEGGE OPTIBELT MOTORI PERKINS
FRIZIONI VALEO RADIATORI DENSO RADIATORI AVA
MAGNETI MARELLI RADIATORI NRF ELETTROVENTOLE AUTOGAMMA
ANELLI DI TENUTA CORTECO STC COMPONENTI OPEN PARTS
FILTRI RACOR PARTI STERZO SOSPENSIONI OCAP EUROLITES
FILTRON AHE OSRAM
FAG STM RIDUTTORI MONROE
DEUTZ STABILUS BEHR
REPSOL LUK INA
  
 
  
 


I nostri marchi, sinonimo di qualità
Ricerca guidata filtri donaldson...
donaldson filters part number
filters oem part number
cooling fan oem part number
autogamma fan part number
elettroventole autogamma codici
elettroventole cod oem
sistemi lineari bosch rexroth

Per saperne di più...

 
Scopri le promozioni a prezzi speciali...
Ricerca guidata radiatori automobili...
Cartucce di ricambio filtri racor
Cartucce filtri racor   Codici racor
Ricambi sterzo e sospensioni oem
Cataloghi on line
Lineare Bosch
Guide lineari

Per saperne di più...

 
Contattaci al Call center
Michele Caroli Srl
S.p. Bari-Modugno Km. 0,800 - 70026 Modugno (Ba)
Fax +39 080.5899263 e-mail:info@michelecaroli.com
P.Iva 02581050727

Per saperne di più...

 
© 2010 Michele Caroli Srl. Tutti i diritti riservati. Created by www.omnilink.it